Utilizziamo i cookie tecnici per essere sicuri che tu possa avere una migliore navigazione sul nostro sito.
Accedi all'informativa estesa per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto "Ok, ho capito!" o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

pokerOre 20.39, “Io ci torno”: questo è stato il primo pensiero balenato nella mia testa appena passato il traguardo della bellissima 6^ Maratonina dei Fenici, questa volta in edizione serale.
Davvero splendido e veloce il percorso, che partendo da Pula va e viene per tre volte sino a sfiorare le antiche rovine di Nora, incuneandosi tra lo stagno frequentato da fenicotteri rosa e il limpido specchio di mare.
Suggestivo anche il passaggio, in particolare all’imbrunire, che sfiora la chiesetta nella quale la tradizione vuole sia stato martirizzato Sant’Efisio.
Caloroso infine il pubblico, che applaude e incita tutti, assiepato nel tratto che si snoda nelle suggestive vie del centro del paese. Voto massimo all’organizzazione.
All’appuntamento la Monte Acuto cala il poker con i quattro atleti Luigi Sechi, Giampaolo Palmas, la forte Luisella Cantara e il sottoscritto.
Per me nessuna ambizione questa volta, fatto che mi consentirà di poter godere fino in fondo del piacere di correre in questo magico contesto. Se le gambe lo consentiranno, scorterò Luisella.
Ore 19.05, pronti, via. Io e Luisella partiamo prudenti con l’obiettivo di fare i primi due giri regolari e vedere cosa ci rimane negli ultimi 7 Km. Solo il vento in alcuni tratti rende un po’ più duro questo accattivante percorso.
Prendiamo come riferimento alcuni atleti davanti a noi e piano piano cominciamo una lenta progressione che a metà del secondo giro ci porta a raggiungere e superare l’atleta che occupa la sesta posizione della graduatoria femminile. Inizia il terzo giro, sappiamo ormai che gli ultimi 3 chilometri sono i più impegnativi, ma dobbiamo dare tutto. Stringiamo i denti. Meno quattro alla fine e intravediamo la figura della quinta atleta femminile.
La mettiamo nel mirino e concordiamo con Luisella di starle dietro sino allo strappetto in corrispondenza della chiesetta, dove tentare un allungo. Così è, ma non abbiamo fatto i conti con la grinta dell’atleta della Polisportiva Serramanna che reagisce e ci stacca a sua volta.
Chi conosce Luisella Cantara sa che non molla mai e infatti l’atleta ozierese rinviene bene e marca stretta l’avversaria.  
Inizia a questo punto un avvincente e spettacolare duello tra le due atlete, che si protrarrà per gli ultimi tre chilometri. Un continuo rincorrersi e superarsi che le porterà al traguardo distanziate di una manciata di secondi.
Io chiudo in 1:34:52, mentre appena dietro di me l’atleta di Serramanna riesce a fatica a contenere il ritorno della forte podista gialloblù.
A Luisella, che ottiene un ottimo sesto posto con un tempo di 1:35:03, vanno i complimenti per la consueta determinazione che sa mettere in campo, anche quando magari non è assistita da una condizione fisica straordinaria.
Un’atleta così può solo migliorare e regalare alla Monte Acuto molte altre soddisfazioni. Esordisce sulla distanza Giampaolo Palmas, che torna ad Ozieri con un lusinghiero 1:42:59, straordinario risultato per l’SM50 che dimostra ottime qualità sulle lunghe distanze, anche in prospettiva futura.
Luigi Sechi non raggiunge l’obiettivo del Personal Best ma conclude comunque la prova con un buon 1:54:00, dopo aver fatto registrare due ottimi passaggi al primo e secondo giro ma pagando dazio nel terzo a causa del vento contrario che, come detto, ha accompagnato gli atleti in lunghi tratti del percorso.
Va detto che il portacolori della monte Acuto è stato sicuramente condizionato dalla fatica ereditata dai 42 chilometri della prima maratona portata a termine poche settimane fa; per questo a Luigi è doveroso fare doppi auguri.
Ore 23.30 circa, si concludono le premiazioni e una splendida giornata di sport. L’anno prossimo la Monte Acuto sarà ancora qua, perché ho promesso: “Io ci torno”.


Linea Diretta...
Fausto SolinasTore ScanuLuigi MundulaVirgilio Pirastru
  • 1
  • 2