Utilizziamo i cookie tecnici per essere sicuri che tu possa avere una migliore navigazione sul nostro sito.
Accedi all'informativa estesa per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto "Ok, ho capito!" o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

Riportiamo il racconto del nostro Bastiano Delogu reduce dalla maratona in Polinesia che, con questa prestazione completa il puzzle delle sue maratone nel mondo avendole percorse ormai in tutti i continenti:
Ciao sono Bastiano Delogu da Usini e vi scrivo per condividere con Voi il fatto che dopo aver sognato per una decina di anni di andare in Polinesia finalmente il 16.02.2012 lascio Usini e parto, da Alghero per Roma, da Roma a Parigi, da Parigi a Los Angeles, da Los Angeles a Papeete ed infine da Papeete all'isola di Moorea una splendida isola della Polinesia Francese situata a 18 km di distanza da Tahiti, dove, dopo 28 ore di viaggio ed un fuso orario di 11 ore, realizzo il mio sogno.
Tutto ad un tratto in quella infinita gradazione di colori del mare limpido, la temperatura di 30 gradi, la cortesia della gente e l'infinità varietà di pesci visibili nel mare che si inseguono e quasi fanno a gara per chi è più colorato, svanisce la mia stanchezza e la necessità fisiologica di dormire; pertanto mi spoglio e subito mi immergo in un mare di rara bellezza dove i pesci quasi ti accarezzano, però non ho molto tempo perché uno dei miei obittivi e quello di correre la  24^ edizione che si svolgerà il giorno successivo, sabato 18 Febbraio a Moorea, quindi ho solo il tempo di recarmi al pasta party prima della maratona per rifornirmi di carboidrati, verso le 21 crollo dalla stanchezza e quindi vado a dormire.
Il riposo durerà poco perché alle ore 2.30 del mattino mi devo alzare per prepararmi per la maratona, faccio colazione, indosso l'attrezzatura necessaria (con tanto di bandiere della Sardegna nella maglietta, nei pantaloncini e la bandana sulla fronte) e mi reco alla spiaggia da dove puntuale alle ore 4,30 del mattino è buio pesto e prende il via la maratona (tanto presto in quanto la temperatura è già a 25-30 gradi) , il percorso della corsa si snoda lungo le meravigliose spiaggie dell'oceano pacifico e dal buio quasi non si vede neanche la strada, ma a farmi coraggio è la gente lungo il percorso che ci incita calorosamente incuranti del fatto che è notte fonda.
Durante il percorso la fanno da padrone il mare cristallino, le verdi montagne i colori sgargianti dei pareo indossati dagli indigeni e la freschezza dei frutti freschi (ananas, cocco, papaia ecc.) che ci vengono serviti ogni 3 chilometri lungo il percorso della maratona, in uno di questi vengo intervistato dalla tv locale incuriositi dai colori della bandiera della Sardegna.
Al 35 Km la stanchezza ed i 30° gradi di temperatura si sono fatti sentire, ma io porto addosso la bandiera dei quattro mori e bastiano_polinesia2l'orgoglio mi dice che non posso fermarmi e poi quella magnifica gente lungo il percorso che gioiosamente mi ha incitato come posso tradirla.
Allora anche se nelle gambe mi era rimasto poco e stata la testa che mi diceva continua ce la faria di sicuro e così dopo 4 ore ed 11 minuti (classificandomi 57° assoluto e 3° degli italiani) sono arrivato al traguardo posto sempre su una magnifica spiaggia di Moorea dove ad aspettarmi c'era tantissima gente che applaudiva, superato il traguardo una bellissima e coloratissima ragazza mi si è fatta incontro donandomi una collana di fiori profumati e quindi la fantastica medaglia in madreperla della maratona.
Per riprendermi dalla stanchezza mi sono subito tuffato in acqua e dopo 10 minuti ero già pronto a proseguire il mio magnifico viaggio che mi ha portato a Bora Bora, Renghiroa, Thaiti e quindi a Los Angeles, fine del sogno tutto è diventato realtà.
Anche altri venti italiani miei colleghi di viaggio hanno condiviso con me questa splendida avventura disputando la maratona e quindi godendo di tutto lo spettacolo sopra descritto.


Linea Diretta...
Fausto SolinasTore ScanuLuigi MundulaVirgilio Pirastru
  • 1
  • 2